Roma: incu-“bus” 64

Se ce una prova all’inutilità della TAV, è la DD Firenze-Roma. Fatta negli anni ’60, funziona benissimo… tant’è che, siccome i TAVvisti, lì, hanno voluto risparmiare, non l’hanno raddoppiata, come si è voluto fare, dannosamente, sulla Fi-Bo (mentre c’era il progetto “Beltramba”, raddoppio di capacità, senza raddoppiare la linea) al nord e sulla Roma-Napoli. La linea storica Fi-Roma, dicevo, funziona benissimo lo stesso: Frecce alla media di 250 km/h, che però potevano tranquillamente esser fatti anche prima della TAV. E ci stanno tutti, i treni. Casomai, con la TAV è peggiorata l’interconnessione con la “linea lenta”, i treni dei pendolari sulle fermate intermedie. Perchè la nuova linea AV è stata fatta alimentata a 15.000 volt, contro i 3.000 del resto della rete.

Detto questo, da Firenze in un’ora e mezzo sei a Roma.

Siamo stati a Roma un paio di giorni. Sabato scorso alle 11, per andare in Vaticano da piazza Venezia, col 64, c’è voluta circa un’ora.

Il primo 64 l’abbiamo perso per un pelo, visto mentre partiva. Il secondo, arrivato dopo 20 min circa, non siamo saliti perchè era pieno da scoppiare. Abbiam pensato: magari ne passa subito un altro fra poco, mezzo vuoto… non è stato così.

Il terzo, dopo altri 20 minuti, l’abbiamo dovuto prendere per forza, salendo dalla porta di mezzo, e starci dentro anche a questo come i classici pesci in barile, senno’ dovevamo rinunciare. Per un po’ di fermate siamo scesi e risaliti dalla porta, per far scendere la gente alle diverse fermate prima della nostra. Dopo 20 min siamo arrivati. Quindi, per fare quei 6-7 km che saranno, c’è voluta un’ora.

Stessa identica scena sabato alle 17.00, quando abbiam preso il bus  in via Nazionale, in senso inverso, per andare a Termini, stavolta avevamo anche le valigie. Peccato, non ce l’ho fatta a far le foto… magari le faccio un’altra volta, da fuori l’autobus.

Tra parentesi, ho visto che nel bus c’è tanta gente che, si intuisce, il biglietto non lo paga. Massimo rispetto per tutti, si capisce, ma il problema è che COMUNQUE il trasporto pubblico via bus a Roma è a livelli indecenti.

E, per la verità, non è la prima volta che lo vedo succedere. Anzi, a dirla tutta, questa è la norma… il tempo che avevi “guadagnato” in treno ad alta velocità, lo perdi in città aspettando l’autobus – tra l’altro, senza nemmeno la sicurezza di poterci salire. Schizofrenica, mi sembra, questa cosa. E anche un po’ anarchica.

Domanda: questo modo di investire in trasporti & infrastrutture, è sensato?…

Annunci

Un pensiero su “Roma: incu-“bus” 64

  1. Pingback: FS IN BOLLETTA: STATO E REGIONI NON PAGANO. MORETTI: FACCIAMO UN BOND DA 1,5 MILIARDI. IL MPS HA FATTO SCUOLA. | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...