Non solo TAV/Obama: come buttare dalla finestra 10 milioni di $!…

Newsweek Obama Gay Marriage Cover

Negli USA, dopo le numerose stragi da serial killer, Newtown e altre, il presidente Obama emettera’ 23 decreti presidenziali, immediatamente efficaci su altrettante misure che non richiedono l’approvazione di una legge da parte del Congresso, per contenere la libera vendita di armi individuali pesanti. “Dobbiamo difendere i nostri bambini”, ha detto il presidente.

ll presidente ha anche chiesto al Centro per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie di Atlanta di condurre una ricerca approfondita sulle cause degli atti di violenza legati alle armi, ed ha stanziato per questo la somma di 10 milioni di dollari.

Peccato che Obama sia anche il presidente che ha varato la riforma sanitaria con la quale obbliga tutti gli Enti e le aziende a coprire i propri dipendenti con una polizza assicurativa che copra i “diritti riproduttivi” contraccettivo-abortivi. E che sia anche “the first gay president”, come titolava in copertina la  rivista “Newsweek”, ritraendolo coronato da una aureola color arcobaleno.

Sono proprio queste politiche di stampo radicale a rappresentare un attacco diretto alla vita umana e alla famiglia naturale, e quindi a provocare la disgregazione dello Stato. Su questa tematica, vi propongo – su quanto accade al di qua dell’oceano, anche nella nostra Italia – questo approfondimento arrivato freschissimo dal raffinato sito web del “Covile“. Ve lo raccomando, specie l’ultima parte, su S. Francesco e l’italico ministero della “pubblica d’istruzione”… è davvero troppo forte.

Tali pratiche, certamente, concorrono a destabilizzare – fin dalla giovane età – anima e mente delle persone. E’ in questo “brodo di coltura” che, poi, personalità particolarmente fragili, colpite nel profondo della loro psiche, possono arrivare a commettere atti insani, come i noti fatti di sangue ormai ricorrenti. L’ultima sparatoria è del 10 gennaio, nel liceo di Taft Union, Contea di Kern, California.  A che serve disarmare, se non educhi? Anzi, se diseduchi?

La Chiesa cattolica americana, coordinata dall’Arcivescovo di NY Timothy Dolan, è in prima linea a chiedere un cambiamento di rotta su questi atti nocivi dell’amministrazione Obama. E ad informare l’opinione pubblica sulle tristi conseguenze, a carico delle famiglie, di quelle scelte infelici. La sofferenza delle famiglie, ovviamente, sussiste anche a prescindere dai casi più estremi.

Se Obama voleva davvero conoscere le cause che originano la violenza, basta che chiedeva al Card. Dolan… aveva la risposta subito, e risparmiava anche 10 milioni di dollari del contribuente.

 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...