Auguri di Pasqua di resurrezione a tutti Voi!…

Domenica scorsa, quella delle Palme,  la liturgia domenicale prevedeva la lettura, a più voci, della Passione di Cristo. Chi vuole, può trovare il testo qui.

Per “deformazione professionale” da blog che tratta di politica, sono rimasto specialmente interpellato da dove il testo dice che

E nacque tra loro anche una discussione: chi di loro fosse da considerare più grande. Egli disse: X«I re delle nazioni le governano, e coloro che hanno potere su di esse sono chiamati benefattori.

Il brano evangelico fa da “ponte” fra la realtà attuale e la prospettiva, come si dice, escatologica. A noi, pare sempre impossibile che, sulla scena del mondo, la forza dell’amore di Cristo debba invertire le parti:

Voi però non fate così; ma chi tra voi è più grande diventi come il più giovane, e chi governa come colui che serve. Infatti chi è più grande, chi sta a tavola o chi serve? Non è forse colui che sta a tavola? Eppure io sto in mezzo a voi come colui che serve.

Chi segue il Maestro non resterà deluso:

Voi siete quelli che avete perseverato con me nelle mie prove e io preparo per voi un regno, come il Padre mio l’ha preparato per me, perché mangiate e beviate alla mia mensa nel mio regno. E siederete in trono a giudicare le dodici tribù di Israele.

L’altra cosa che mi ha colpito è che, dopo la crocifissione, mentre

i capi invece lo deridevano dicendo: A «Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto». C Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto e dicevano: A «Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso». C Sopra di lui c’era anche una scritta: «Costui è il re dei Giudei»

invece

Il popolo stava a vedere.

Anche se poi si pente, infatti appena dopo dice:

C Era già verso mezzogiorno e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio, perché il sole si era eclissato. Il velo del tempio si squarciò a metà. Gesù, gridando a gran voce, disse: X «Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo, spirò.

(Qui si genuflette e si fa una breve pausa)

C Visto ciò che era accaduto, il centurione dava gloria a Dio dicendo: A«Veramente quest’uomo era giusto». CCosì pure tutta la folla che era venuta a vedere questo spettacolo, ripensando a quanto era accaduto, se ne tornava battendosi il petto. Tutti i suoi conoscenti, e le donne che lo avevano seguito fin dalla Galilea, stavano da lontano a guardare tutto questo. 

Ebbene, Voi sapete che, a latere della TAV questo blog tratta, in buona sostanza, della “Società partecipativa“. E che, quindi, il fatto che “il popolo stia a vedere”, per poi dopo accorgersi amaramente di aver clamorosamente toppato, non può andare bene, ora come duemila anni fa. Lavoriamoci sopra.

Bene, faccio a tutti i miei auguri di Pasqua di resurrezione, in Cristo!… ci sentiamo tra una settimana…

Chiudo omaggiandovi con questo video:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...