Una donna “con le palle”: Yoanì Sanchez

Bisogna dire che la modernità, pur con tutti i suoi non piccoli difettucci, ci ha dato delle figure femminili di rilievo: penso a Margaret Thatcher, della quale scrivevo recentemente in questo post, sia pure con luci e ombre, penso ad Aung San Suu Ky, a Madre Teresa di Calcutta. Donne tutte e tre molto femminili, ma anche “con le palle”, come suol dirsi. Nel senso di dotate di quel carattere pacato ma solido e deciso che oggi, in tanti di noi uomini, manca proprio. Si sa che a noi maschi la modernità ci ha particolarmente sacrificati.

Esempio, nel panorama storico contemporaneo,  fra le figure conosciute, a me, d’acchito – oltre i tre papi, le eminenze Angelo Scola, Luigi Negri e Giampaolo Crepaldi, vengono in mente solo Jéròme Lejeune, scienziato di cui parlavo qui, e Carlo Casini, il Presidente del Movimento per la Vita italiano.

Insomma, son rimasto molto colpito a vedere ieri, al TG3, la faccia di pietra con la quale la nota blogger e dissidente cubana Yoanì Sanchez ha sostenuto la contestazione, al festival del giornalismo di Perugia, di qualche decina di castristi venuti apposta dall’isola per fare azione di disturbo, appoggiati per l’occasione da qualche vetero-comunista de noantri. 

Fulminanti le battute di Yoanì, a tumulto cessato (è durato ben dieci minuti), le potete sentire dal vivo a questo link:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-95944529-4532-4650-accc-ccf7d34bedbc-tg3.html

Grazie per gli insulti, perché mi danno una lezione di futuro. Grazie per quanti mi accolgono con le grida. Anche noi a Cuba vorremmo poter protestare come fanno loro. E’ bello vedere gente libera di manifestare, per questo li ringrazio.

Sì, la Storia non è stata tenera con la bella isola caraibica, come con tanti altri posti del mondo… come non pensare, specialmente,  alla Cina, alla Corea del Nord… ma, in effetti, tra Medio Oriente e Africa, sembra sia la maggior parte del mondo ad essere in fiamme, più o meno visibili.

Che ci può insegnare a noi, questa cosa?…

Beh, il discorso che si fa in tutto questo blog, in effetti, è quello sulla libertà dell’uomo… la libertà autentica dell’uomo, che ontologicamente, cioè costitutivamente, per essere tale ha da essere collegata alla sussidiarietà e alla partecipazione. Il tutto nel contesto personalista che – nella realtà dei fatti, oltre che nella teoria –  si ritrova solo nella Dottrina sociale cattolica. In una parola, in Cristo.

Anche a Cuba, come oggi Hollande in Francia, e in tanti altri posti, la stanno ancora cercando dappertutto, la libertà, ma le cose non vanno bene. E la gente, il popolo, non è contento.

Per quanto riguarda il nostro Paese, ma anche tutto il mondo, c’è il fatto spiacevole che, dietro il paravento della democrazia rappresentativa, i destini dell’umanità si decidono nei club privé  che sono il Bilderberg e la Trilaterale, come giustamente ricorda Robi Ronza in questo articolo su “la Nuova Bussola quotidiana”.

E allora che dobbiamo fare?!?… Indignarci, manifestare, agitarci, scendere in piazza?…

Cari amici, è necessario in primo luogo CONSAPEVOLIZZARE questa realtà, ed anche renderci conto della buona notizia che la soluzione al problema politico ed economico, grazie a Dio, c’è, e sta nella società partecipativa, che è una turbo-sussidiarietà operante nello spirito della Dottrina sociale. E’ necessario muoverci, pacificamente, consapevolmente, verso quella prospettiva. Senza di questo, le altre azioni sono inutili.

Un’ultima cosa: sentiamo parlare tutti i protagonisti della politica e dell’economia, italiani, europei, mondiali, della necessità imperativa del ritorno ai consumi e alla CRESCITA, per IL LAVORO. 

Ma davvero, come scrivevo in chiusura del post precedente, anche a prescindere dalla sussidiarietà, pensiamo che in Italia potremo avere prosperità, crescita e lavoro, se seguitiamo a fare qualcosa come 200.000 aborti l’anno?… 

Pensateci bene. Vale anche per il resto del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...