NIENTE CAVALLI ALLA PARATA DEL 2 GIUGNO. MA SE LO STATO NON HA NEMMENO I SOLDI PER LA BIADA, COME FARA’ A FARE LA TAV?!?…

don chisciotteMi ha colpito questa cosa, come leggete qui, che alla parata militare ai Fori imperiali, per la festa della Repubblica, non abbiano sfilato i reparti a cavallo, per economizzare sulle spese.

Posso capire che non siano stati fatti sfrecciare, in cielo, i jet della pattuglia acrobatica nazionale, le” Frecce Tricolori”. Infatti, il kerosene-avio costa, poi ci sono i pezzi di ricambio, la complessa gestione dei voli, eccetera.  Ma già qui, qualcosa non torna – di grosso. Se, infatti, lo Stato economizza per un volo della PAN nella giornata della festa delle Forze Armate, dove troverà i soldi per comprare dagli americani – ricordate? – i famosi 90 caccia F-35, al prezzo di circa 130 mln di euro l’uno, e a provvedere alla loro costosissima gestione?… Tra l’altro, pare che questi apparecchi  non funzionino benissimo, come dice in questo articolo, che vi passo con beneficio di inventario: sono ancora poco pratico in questo settore.

Comunque, stando così le cose, meglio sarebbe allora, forse, che lo Stato ripiegasse, per ricostituire i ranghi dell’aviazione, su un buon usato sicuro: chessò, qualche Spitfire, che è sempre un gran bel cavallo di razza, oppure, ancora più risparmioso, andando sul classico, Sopwith Camel…

SpitfireCamel

Ma, insomma, quella che non torna davvero è la faccenda dei cavalli. A quelli, da mangiare glielo devi dare comunque, giorno e sera. Quindi, se ce li hai, tanto vale che li tiri fuori, gli dai una bella strigliata, vesti in modo appropriato i cavalieri, e li fai vedere. Se non in questa occasione, quando?… Così, gli fai sgranchire un po’ le zampe. O dobbiamo pensare che lo Stato non abbia nemmeno la liquidità per comprare quel po’ in più di biada e di carote da somministrare agli eleganti quadrupedi, per premiarli dell’impegno della parata?…  

A meno che i cavalli non siano dello Stato, ma di privati, da prendere a noleggio. Allora sarebbe comprensibile, sarebbe un costo vivo – cash -sul quale poter tagliare. Oppure ancora, ma non ci voglio nemmeno pensare, che questi famosi cavalli, con la fame che c’è in giro, qualcuno se li sia magnati?!??… No, non  ci posso credere. Non ci voglio nemmeno pensare.

Però, a questo punto un pensiero mi sorge inevitabile: se lo Stato, il Governo Letta, non ha i soldi manco per i cavalli, come fa a insistere a voler fare le TAV Torino-Lione e a Firenze, che costerebbero cifre dell’ordine dai 25 ai 100 (il settimanale TEMPI dice 200, solo per la Val di Susa) miliardi di euro?!?…

 

Annunci

2 pensieri su “NIENTE CAVALLI ALLA PARATA DEL 2 GIUGNO. MA SE LO STATO NON HA NEMMENO I SOLDI PER LA BIADA, COME FARA’ A FARE LA TAV?!?…

  1. Pingback: GOVERNO LETTA/BERLUSCONI: LA REALTA’ ROMANZATA | lafilosofiadellatav

  2. Pingback: F-35. SONO UN AFFARE, COME SI LEGGE SU “TEMPI”, O NO?… | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...