“TEMPI” & TAV: gli arrampicatori sugli specchi

SPECCHICommento facebook a questo articolo su TEMPI.

*******

A TEMPI, che pure sul matrimonio gay e temi affini dice cose sensate e condivisibili, anche se espresse talvolta in stile ridondante, circa la TAV invece si insiste nello sport di arrampicarsi sugli specchi, fino ad attaccarcisi a schiena in giù, con le ventose. Ma va benissimo, certo, dopo aver sentito al Meeting la Claire Ly, che ha vissuto in prima persona i “killing fields” della Cambogia di Pol Pot, oppure dopo aver visto la mostra sull’olocausto degli eroici cristiani ortodossi al tempo della Rivoluzione d’Ottobre, queste sono bazzecole.

E però, questo fatto – il più ostinato rifiuto a vedere la realtà per come è, a motivo di questi lunghi paraocchi ideologici che si è voluto inforcare – non può non farci seriamente interrogare. Il tema è, infatti, sempre quello dello sguardo sulla realtà, per come essa è, come ha sempre autorevolmente suggerito quel Servo di Dio che voi ben sapete. Se, per fede, ma anche per ragione, possiamo esser certi della presenza di Dio, come mai – per semplice ed elementare uso di ragione – non riusciamo nemmeno a dare le ragioni sulla convenienza del fare, o non fare, una ferrovia?… E anzi, di questa volontà di “fare” ad ogni costo una cosa inutile anzi dannosa, oltre ogni ragionevole elemento di buon senso, pur ripetuto centinaia di volte, facciamo una bandiera di “progresso, crescita & sviluppo”, con una determinazione certamente degna di miglior causa?…

Ci torneremo, su questo argomento che – ben oltre la TAV – interroga in modo pressante non solo il settimanale diretto da Luigi Amicone, ma – da punto di vista politico – tutto il mondo cattolico.
Circa la solita, estenuante TAV, ma bisogna tener botta, stavolta vi propongo, da questa pagina web

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/i-video/

un video, dal titolo “Opportunità e criticità della TAV Torino-Lione”. Il relatore è il prof. Angelo Tartaglia, docente di Fisica Generale presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino, profondo conoscitore della TAV dal punto di vista infrastrutturale. Nel video il relatore spiega l’approccio del tutto irregolare e a-scientifico, da parte degli organi decisori statali, nel motivare le loro determinate scelte pro-TAV. A quali incontrovertibili argomenti tecnici si sono appoggiati, i nostri oligarchi istituzionali PRO-TAV ?… Semplice, al blog (sì, blog, avete capito bene) del’ingegnere italiano, residente in Olanda (!), Filippo Zuliani.

Ci sentiamo alla prossima, questa è una storia più lunga dei rotoloni Regina…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...