I disastri della TAV a Firenze: finalmente in evidenza a livello nazionale!…

presadirettaTocca ringraziare la trasmissione “Presadiretta” su RAI3, che anche grazie al contributo di coordinamento di alcune testimonianze a cura della Associazione Idra, anche se purtroppo come di consueto in occasioni analoghe, è diventata una spiacevole abitudine, questo non c’era nemmeno scritto nei titoli di coda, se finalmente sono venute in evidenza le grandi magagne della TAV a Firenze.

Infatti, correntemente si parla – sostanzialmente a sproposito – solo della Val di Susa. Ma di tutte le malvagità commesse dai promotori e dai facitori della TAV a Firenze – e saremmo solo all’inizio dei lavori! – sui media nazionali insiste il consueto fragoroso silenzio. Che possiamo tranquillamente definire, purtroppo, omertoso. Così va il mondo, già l’avevamo capito.

Per i dettagli rimando alla trasmissione di cui sopra, dello scorso lunedì 23 settembre, che trovate in rete qui: http://www.presadiretta.rai.it/dl/portali/site/puntata/ContentItem-70b803ce-184d-447a-83b7-f075a2d0346b.html.

La rappresentazione della situazione di Firenze rientrava, peraltro, in un panorama complessivo della disastrata situazione delle infrastrutture, a livello nazionale. La follia – lucida follia keynesiana! – come con  la TAV in Val di Susa, è che si vorrebbe buttar via una quantità ciclopica di soldi pubblici in un ennesimo buco in terra che non serve a nulla, come dice qui, per la TAV TO-LY http://www.brunoleonimedia.it/public/BP/IBL_BP_41_TAV.pdf, mentre gran parte del sistema infrastrutturale è in grave stato di inefficienza e degrado.

Come dicevo, per i dettagli rimando a “Presadiretta” ed anche, per Firenze, a questo duro comunicato stampa dell’Associazione Idra: http://idrafirenze.wordpress.com/2013/09/26/tav-finalmente-il-caso-firenze-in-prima-pagina-nazionale/ .

E’ effettivamente duro il comunicato di Idra, ma le evidenze della TAV nella città del fiore sono davvero drammatiche.

C’è una inchiesta della magistratura fiorentina in corso, non una sentenza, che quindi ci guardiamo bene dall’anticipare. Ma a Idra, ben prima che la notizia dell’inchiesta venisse fuori, ci eravamo già accorti, da lunga pezza, di quello che si stava tramando a danno di Firenze. E lo dicevamo anche ad alta voce, ai cittadini e alle istituzioni!… Ma, sapete com’è, proprio come in Val di Susa, il sugo della faccenda è che dietro questo genere di opere gravitano gli interessi fortissimi degli scavatori di gallerie, grazie ai soldi del contribuente: industriali assistiti, politici asserviti agli industriali, e sindacati, almeno quelli confederali, idem come sopra. E quindi, complice anche un certo stordimento artatamente indotto, dal sistema, nei cittadini, si è rimbalzato contro un muro di gomma.

E’ per questo che, in apertura di questo discorso, parlavo delle malvagità  della TAV. A seguire le cose da vicino, come abbiamo fatto noi di Idra (per ogni dettaglio rimando al blog dell’associazione, per ora a questo indirizzo http://idrafirenze.wordpress.com/, mentre stiamo rinnovando il sito ufficiale), è incredibile come vengano spesi nel peggior modo possibile, questo è il punto, i soldi dei cittadini, quando, al posto di questa TAV, si potrebbero fare le cose in modo normale e ragionevole. Questo avviene perché i promotori di questo tipo di politica scelgono sistematicamente – come è avvenuto per la tratta TAV appenninica – la soluzione più costosa, perché è quella che garantisce maggiori ritorni finanziari a loro vantaggio.

E questo anche se, come nel caso della TAV a Firenze, gli alfieri del peggio della politica scelgono d’imperio la soluzione peggiore che poi, in quanto concettualmente assurda, non sono nemmeno in grado di gestire. E che porta loro stessi – oltre che noi – alla rovina. Speriamo, per Firenze, di essere ancora in tempo ad evitare il peggio.

Lanticipazione del peggio è il caso della famiglia Alvino, brevemente trattato nel video di “Presadiretta”, caso esemplare di come è stata trattata una famiglia coinvolta nei lavori TAV, ancora appena all’inizio di quello che dovrebbe essere il grosso dei lavori:  casa irrimediabilmente devastata e destabilizzata,  e chiaramente nervi dei malcapitati residenti (due famiglie) messi a durissima prova, in quanto pure presi in giro dagli scavatori di gallerie inutili e dannose, e ovviamente anche dalla connivente Amministrazione locale!…

Ma, su questo, a tempo debito vedremo di proporre uno specifico approfondimento.

Annunci

8 pensieri su “I disastri della TAV a Firenze: finalmente in evidenza a livello nazionale!…

  1. Pingback: TAV: MENTRE LA GRANDE NAVE AFFONDA, C’E’ CHI ADDOBBA IL SALONE DELLE FESTE | lafilosofiadellatav

  2. Pingback: PERCHE’ SONO INEVITABILI LE MALEFATTE IN CERTE “OPERE GRANDI”. A meno che… | lafilosofiadellatav

  3. Pingback: GRILLO PUO’ NON PIACERE. MA SULLA TAV A FIRENZE HA PIENAMENTE RAGIONE. | lafilosofiadellatav

  4. Pingback: BABY SQUILLO: COME FRANA UNA SOCIETA’ | lafilosofiadellatav

  5. Pingback: TRAMVIA, TAV & MICROMETRO’: IL PROSSIMO SINDACO DI FIRENZE NASCERA’ SOTTO UNA BUONA O CATTIVA “STELLA”?… | lafilosofiadellatav

  6. Pingback: RIFLESSIONE POST-ELETTORALE SU NO-TRAMVIA 3 A FIRENZE. PARTONO I LAVORI. | lafilosofiadellatav

  7. Pingback: Il Ministro Lupi e il ghiaccio sottile | lafilosofiadellatav

  8. Pingback: La TAV secondo TEMPI. Chi sono i lupi di chi?… | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...