“Save the children”/Sant’Egidio: discutibili spot.

images (1)A suo tempo avevo già espresso severi dubbi, in questo post, sulle relazioni pericolose tra Sant’Egidio e l’agenzia di adozioni a distanza internazionali “Save the children“. Il motivo era quello dei discutibili spot TV dell’agenzia medesima, quelli con i negretti emaciati e sofferenti, la cui vista muoveva nello spettatore la spiacevole sensazione di essere esibiti per suscitare in chi guarda la massima pena e il massimo senso di colpa, nella speranza ultima che venissero allargati i cordoni della borsa.

Addirittura adesso, Sant’Egidio, a favore della quale tempo fa si poteva fare una oblazione ogni volta che si comprava un biglietto FS – personalmente stavo attento ad evitarlo! – ora ci si è messa in prima persona, con lo spot seguente, in collaborazione con l’acqua minerale Lete, con la vecchietta che, pur serafica, è costretta dalla crisi a rovistare nel cassonetto della spazzatura:

Anch’esso assai discutibile.

Dal canto suo, Save the children prosegue sulla medesima linea, con questa ultima confezione:

Una cosa del genere, appena un po’ più soft,  l’aveva fatta anche per la Siria:

leteCome scrissi l’altra volta, ho presente altri enti che storicamente si impegnano nel campo delle adozioni a distanza, e che però si guardano bene dal rappresentare i loro assistiti in questo modo.

Cari amici, una vocina di dentro mi suggerisce di valutare questi fatti con molta attenzione…   

Annunci

Un pensiero su ““Save the children”/Sant’Egidio: discutibili spot.

  1. Pingback: “SAVE THE CHILDREN”: IL LINK FRA LA Ong E IL MONDO DELL’ABORTO, DEL GENDER E DELLA PROMOZIONE DEI RAPPORTI SESSUALI FIN DALL’INFANZIA. da “La Nuova Bussola quotidiana”. | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...