Schiavi cinesi a Prato: la dimostrazione che lo Stato è finto

download (1)Per la vicenda degli operai-schiavi cinesi che hanno perso la vita nell’incendio della fabbrica-lager di Prato, rimando a questo articolo odierno de “la Nuova Bussola quotidiana”. Da parte mia, aggiungo a quanto giustamente detto dalla “Bussola”, alcune brevi riflessioni. Prima che la faccenda cada nel dimenticatoio della genesi delle questioni irrisolte e rimandate sine die, come gli immigrati morti in mare, il caso Monte dei Paschi, la Costa Concordia, la terra dei fuochi, la posizione dell’Italia sulla Libia e sulla  Siria, eccetera.

Anche se, effettivamente, sembra che i nodi arrivino sempre di più al pettine. E che diventerà sempre più difficile, su tutti questi temi impellenti, seguitare a far finta di nulla.

Ebbene, il fatto che INPS, INAIL, Guardia di Finanza & co, vadano solo dagli italiani, e spesso fino a vessarli, ma non dai cinesi, dimostra che lo Stato è forte con i deboli e debole con i forti. Quindi, in pratica, lo Stato è finto, come lo sono anche la giustizia, la Costituzione, la legalità, eccetera. Tutte queste belle parole, al momento, ancora aspettano che il popolo cominci effettivamente a dar loro vita.

Tutto questo blog, in pratica, parla, fin dalla sua nascita, dell’origine e del funzionamento di questa finzione. Tutte le pagine del blog  sulla faccenda TAV, rimandano a questo nodo centrale. Ma anche, esempio, prendo un post recente sullo Stato primo bancarottiere: https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/11/20/tav-mentre-litalia-frana-lo-stato-seguita-a-sragionare/.

E d’altronde lo Stato è anche il primo mentitore, il primo a non mantenere la parola data, avendo da lunga pezza, come dico qui, https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/09/09/governo-lettaberlusconi-la-realta-romanzata/, una cifra dell’ordine di ben 100 miliardi di euro da pagare ai fornitori.

Lo Stato è anche il  primo “avvelenatore istituzionale”https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/10/23/le-terre-sporche-della-tav-a-firenze-ma-il-marcio-e-ben-piu-esteso/. Infatti, come si può ragionevolmente sperare che si estingua l’incendio nella “terra dei fuochi”, se è proprio lo Stato, col decreto legge 1612/2012, ad aver derubricato per legge le “terre avvelenate”, scavate dalle opere grandi, a “NON-RIFIUTO”, smaltibile senza costi e senza lavorazioni aggiuntive, in totale spregio alla salute dei cittadini e della salvaguardia del territorio?… E non temendo di contraddire palesemente, in ciò, la normativa europea?

Sulla “finzione” delle Istituzioni parlavo anche in questo post, circa la Firenze di Renzi: https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/02/20/due-parole-su-renzi-c-2/.

Gli esempi sono infiniti, mi fermo qui. Quanto alla questione degli schiavi cinesi in Italia, come si può pensare che qualunque Governo voglia fare qualcosa, quando tutti i nostri Presidenti del Consiglio, e anche il Presidente della Repubblica, vanno in Cina col cappello in mano a elemosinare investimenti, e la Cina ha comprato sostanziose fette del nostro debito pubblico:http://www.asianews.it/notizie-it/Pechino-acquista-debito-italiano:-%E2%80%9Cun%E2%80%99opportunit%C3%A0-e-un-allarme-per-il-dollaro-22624.html?…

Il problema, quindi, il primo problema, resta nello Stato. Nel nostro Stato. Questo lo vediamo perfettamente anche quando constatiamo i  quale spregio bi-partizan siano tenuti nel nostro Paese, sia dalla sinistra che dai liberali di centro-destra, i fondanti princìpi non negoziabili: vita umana, famiglia fra uomo e donna fondata sul matrimonio, libertà di educazione.

Liberali, catto-liberali, post-comunisti e catto-comunisti illudono il popolo che la crisi si possa superare senza confrontarsi con quei princìpi, anzi calpestandoli. Ma stiamo andando dritti verso lo schianto finale. La realtà ci sta dando, un po’ per volta, una sonora sveglia.

La soluzione del problema, però, c’é. Se questa democrazia rappresentativa senza sussidiarietà, come dico nella pagina principale di questo blog, è pura finzione, e questa  è storia vecchia, che si è sempre saputa… la soluzione risiede, previa educazione del popolo, in quella turbo-sussidiarietà che è la “Società partecipativa”, secondo la Dottrina sociale della Chiesa cattolica.

Rifletteteci, cari amici. Prima che sia davvero tardi.

Annunci

2 pensieri su “Schiavi cinesi a Prato: la dimostrazione che lo Stato è finto

  1. Pingback: LUTTO CITTADINO A PRATO PER LA MORTE DEI CINESI. LE LACRIME DI COCCODRILLO DELLA CATTIVA POLITICA. | lafilosofiadellatav

  2. Pingback: ABORTI FORZATI IN CINA. INVECE DI VERSARE LACRIME DI COCCODRILLO, DOVREMMO DECIDERE COSA VOGLIAMO FARE DA GRANDI | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...