Aborti forzati in Cina: invece di versare lacrime di coccodrillo, dovremmo decidere cosa vogliamo fare da grandi

cina-aborti.jpj_Commento facebook a questo articolo su TEMPI, a proposito degli aborti forzati in Cina.

*******

Sì. E’ tragico. D’altronde noi tolleriamo che i cinesi tengano schiavi i loro concittadini nel nostro Paese:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/12/04/schiavi-cinesi-a-prato-la-dimostrazione-che-lo-stato-e-finto/

perché, sull’altro lato, noi andiamo a supplicare i cinesi perché possiamo esportare da loro le nostre merci, e perché investano nel nostro Paese in aziende come la Ferretti di Forlì (ora giustamente trasferita dai cinesi ad Ancona, dove ha trovato migliore ospitalità), oppure settori del porto di Genova, o rilevare, sempre a Forlì, l’aeroporto – il PD questo non glielo ha lasciato fare, per privilegiare Rimini e Bologna – o comprare fette del nostro debito pubblico… di Paese sull’orlo del fallimento finanziario, 2300 mld di euro.

Quindi, i nostri pianti sugli aborti forzati fatti in Cina, si avviano a virare anch’essi in lacrime di coccodrillo. Come quelle del Comune di Prato sugli operai-schiavi cinesi recentemente morti in un incendio:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/12/05/lutto-cittadino-a-prato-per-la-morte-dei-cinesi-le-lacrime-di-coccodrillo-della-cattiva-politica/.

Lo stesso vale per il tema dell’immigrazione incontrollata dal Nord Africa, e relative tragedie, per la quale in Parlamento ci si straccia le vesti. Guardandosi però bene di fare qualcosa di serio per affrontare il problema nei Paesi di origine:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/10/04/giochi-politici-sulla-pelle-dei-migranti/.

Lo stesso dicasi per la “terra dei fuochi”, dove assistiamo all’indignazione generale, al coro stantìo di “è inaccettabile!”, quando lo Stato è il primo “avvelenatore istituzionale”, col silenzio-assenso parlamentare, come accenno qui:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/12/08/costi-del-non-fare-in-italia-900-miliardi-per-i-bocconiani-ma-il-problema-vero-sono-i-costi-del-fare-male/

E l’elenco potrebbe continuare, come nello spot dei rotoloni Regina.

In altre parole: prima o poi l’Italia dovrà decidere cosa vorrà fare, da grande…

Buon 2014 a tutti!…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...