“Save the children” il link col mondo dell’aborto, del gender e della promozione dei rapporti sessuali fin dall’infanzia

images (2)Ringrazio ancora una volta, per la completezza informativa, l’Agenzia web “La Nuova Bussola quotidiana”, dalla quale stamani ho appena appreso il link tra la famosa Ong internazionale  “Save the children” (onlus!…) e il mondo “dell’aborto, della promozione del controllo delle nascite, dell’ideologia del gender e della promozione dei rapporti sessuali fin dall’infanzia”.

images (1)Da parte mia, il tipo di approccio all’aiuto ai bisognosi, come inteso dalla suddetta Ong, aveva sempre suscitato pesanti riserve. Avevo infatti visto in TV i ripetuti spot di Save the children, come questo recente:

nel quale vengono posti allo sguardo dello spettatore, a mio parere con dubbio rispetto per chi soffre, i patimenti dei piccoli africani. Non per niente, in ospedale, a motivo di riservatezza nei suoi confronti e di pudore rispetto all’esperienza del dolore umano, il paziente che è in stato assai critico viene generalmente riparato, dalla vista degli estranei, con un paravento.

Delle mie perplessità avevo già scritto a suo tempo, qui e qui. Ora, effettivamente, leggendo la “Bussola”, qui, apprendo dal suo Direttore, Riccardo Cascioli, che

…In effetti questa è l’ennesima dimostrazione che le accuse di pedofilia sono solo un pretesto per colpire la Chiesa. Convinzione che si fa ancora più certa se si comincia a curiosare per scoprire che cosa è il CRIN e chi lo finanzia. Nel Consiglio di amministrazione troviamo infatti rappresentanti di alcune Ong come Save the Children e Christian Aid (Save the Children è uno stretto partner di Fondazioni, come Bill e Melinda Gates, per la promozione del controllo delle nascite) nonché l’onnipresente Open Society Initiative del finanziere George Soros. Tra i finanziatori troviamo ancora Save the Children, poi i governi svedese e norvegese, il Sigrid Rausing Trust (un fondo britannico che offre aiuti economici per la promozione dei diritti umani, tra cui ovviamente quelli di gay, lesbiche, trans).

Non sorprende quindi che tra i programmi promossi per difendere l’infanzia ci sia la diffusione dell’educazione sessuale fin dalla più tenera età, in perfetta sintonia con le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Nella pagina del sito del CRIN dedicata all’argomento si nota anche che ad esercitare una cattiva influenza sulla diffusione dell’educazione sessuale – che ovviamente è un traguardo fondamentale per lo sviluppo dei bambini (sic) – siano, tra gli altri, coloro che sono contrari all’aborto. Parte integrante poi dell’educazione sessuale è ovviamente l’ideologia di genere.

E così ci troviamo sempre allo stesso punto: c’è una lobby che spinge per diffondere contraccezione, aborto, diritti di gay e lesbiche e ha individuato nella Chiesa cattolica il suo nemico, e quindi cerca di abbatterlo con ogni mezzo. Arrivando peraltro a esiti paradossali: accusano la Chiesa per gli abusi sui minori e poi promuovono rapporti sessuali a partire dall’infanzia.

A questo punto, mi chiedo: il mondo “dell’aborto, della promozione del controllo delle nascite, dell’ideologia del gender e della promozione dei rapporti sessuali fin dall’infanzia”, è compatibile con quello dell’aiuto disinteressato ai bambini e ai fanciulli che soffrono nel mondo?… O non vi è il fondato rischio, piuttosto, che tale azione possa essere inquinata da un approccio ideologico antropologicamente discutibile?…

images (1)Ancora grazie, comunque, alla Bussola, per aver messo in luce questa scottante tematica, che certamente merita – per la sua grande portata – un approfondito dibattito.

Tra l’altro, si nota che la Bussola cita anche un’altra Ong, il cui nome è Christian Aid, anch’essa affiliata al mondo che abbiamo descritto. Di certo, attività come quelle promosse dal CRIN, dai Gates, da Soros e dal Sigrid Rausing Trust, col cristianesimo non hanno nulla a che vedere.

images (4)“Save the children” è anche ospitata sulle maglie della squadra di calcio della mia città, la Fiorentina!… saranno consapevoli, la Società e i tifosi, come pure l’IKEA, delle pesanti implicazioni di ciò che ha riferito la “Bussola”?…

Annunci

3 pensieri su ““Save the children” il link col mondo dell’aborto, del gender e della promozione dei rapporti sessuali fin dall’infanzia

  1. Pingback: ONU: I bambini solo un pretesto per attaccare la Chiesa cattolica | lafilosofiadellatav

  2. Pingback: “SAVE THE CHILDREN”: L’INCONTRO SESSUALE TRA UN MINORE E UN ADULTO, E’ UNA PROSPETTIVA INQUIETANTE… O AUSPICABILE? | lafilosofiadellatav

  3. Pingback: IL RAPPORTO “SAVE THE CHILDREN” SULLE POVERTA’ EDUCATIVE. MA… LA PROMOZIONE DEI RAPPORTI SESSUALI FIN DALL’INFANZIA, FATTA DA QUELLA ONLUS?!?… | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...