I “consigli non richiesti” di Gotti Tedeschi che Renzi non ascolterà

download

John Maynard Keynes

Commento Facebook a questo articolo di Gotti Tedeschi sulla “Nuova Bussola Quotidiana”:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-non-si-riduconole-tasseaumentandole-8534.htm

*****

I suggerimenti non richiesti di Gotti Tedeschi a Renzi verranno ignorati, perché il destinatario ha già una sua idea precisa, che vuole “testare”. Si arrenderà solo davanti all’evidenza. Faremmo meglio noi, intanto, a chiarirci le idee. Io credo che la crisi sia antropologica, e che quindi abbassare le tasse, come dice Gotti Tedeschi, non basti a risolverla. Inoltre il governo le tasse non le può abbassare nemmeno se volesse, perché lo Stato ha 2300 miliardi di euro di debito, sui quali corre una rata annua di interessi di circa 100 miliardi. L’insolvenza è manifesta. Siamo GIA’ in bancarotta.

Con l’occasione, seguito a manifestare il mio severo dissenso verso la recente posizione di Gotti Tedeschi, per la quale

ciò che hanno fatto gli Usa dal 2008 a oggi, che hanno invece trasferito il debito privato al pubblico che lo ha “nazionalizzato”. Riuscendo così ad avviare pian piano la ripresa.

imagesQuesto è super-keynesismo: mettere tutto, pubblico e privato, a carico dello Stato. Troppo facile. E’ proprio così che siamo falliti. Ne parlavo in questo post https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/02/20/debito-pubblico-tutti-gli-errori-di-gotti-tedeschi/#comment-721 del 20 febbraio scorso, del quale incollo qui la mia risposta a un lettore perplesso sulla mia tesi:

…La questione assolutamente centrale è se l’economia a debito dello Stato – il keynesismo – possa andare avanti, oppure no. Quindi va chiarita, una volta per tutte.
Il tema è anche attualissimo, perché in Italia, tutti – anche Renzi, “adesso!”, come dice lui – vorrebbero che l’UE ci autorizzasse lo sfondamento del tetto del 3% del rapporto deficit/PIL. Cioè, l’Italia ha 2300 miliardi di euro di debito pubblico. Ma tutti, in Parlamento e non solo, vorrebbero che spendessimo anche i soldi che non abbiamo, cioè farebbero carte false per contrarre ancora maggiori mega-debiti. Magari da spendere in investimenti anche illogici e fallimentari, come la TAV Torino-Lione. Basta spendere. Anche male, non importa.
Ma questo, appunto, non è strano: è semplicemente il keynesismo. Crearsi consenso politico facendo “Crescita & sviluppo” finti, drogati, a carico dello Stato. Siccome è sempre stato fatto in questo modo, è proprio per questo che adesso lo Stato è in bancarotta.
Gotti Tedeschi a suo tempo, recensendo il libro di Lewis, aveva fatto una giusta critica al modello di sviluppo keynesiano. Ora, come dico in questo post, si contraddice. E NON è la prima volta. Al tempo stesso, la “Nuova Bussola Quotidiana”, che pure io stimo, in questi giorni ha pubblicato l’intervento keynesiano di Gotti Tedeschi, anzi ho visto che lo tiene in evidenza sulla sua home page. E, praticamente insieme, ha pubblicato ben DUE interventi di Maurizio Milano, che – giustamente – sostengono il contrario di quanto teorizzato da Gotti Tedeschi!… Tra parentesi, Milano dice bene, ma non parla della soluzione del problema, che sta nella “Società partecipativa”. Noi, della soluzione abbiamo bisogno.
Ho avuto cura di segnalarla alla “Bussola”, questa cosa, ma loro tirano diritto.
Questo, per dire la confusione che c’è, anche fra i migliori nel campo cattolico, in materia di economia.
E intanto, l’Italia va a picco, con noi dentro.
Quindi, massimo rispetto per la “Bussola”, per Gotti Tedeschi e le sue buone intenzioni. Ma prima ci chiariamo questa cosa in modo univoco, e meglio è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...