La “Bussola”: “PoIitici dittatori”. Sveglia, ragazzi, è la democrazia rappresentativa che è finta.

imagesE’ inutile traccheggiare, bisogna cambiare passo. Ci stiamo prendendo in giro. Commento FB, al volo, questo intervento di Ruben Razzante http://www.lanuovabq.it/it/articoli-grillo-renzi-eberlusconi-queitre-piccoli-dittatori-10705.htm sulla pure ottima e stimata Nuova Bussola quotidiana, che sulla politica economica, però, resta sempre nel vago. Come in questo caso, dove Razzante dice che siamo arrivati a un deficit di democrazia… ebbene, c’è sempre stato il deficit di democrazia… prendiamone atto, capiamo perché e percome, e interveniamoci. Ma basta discorsi e lamentazioni a vuoto, per favore… non se ne può più.

Di seguito, il testo del commento.


Ruben Razzante, LNBQ

Ruben Razzante, LNBQ

Stiamo sul pezzo. Ruben Razzante – dico di lui, in questo caso, perché scrive lui, ma potrei dirlo a largo raggio – si sta nascondendo dietro a un dito. La questione, anche prima del 2011, è che la democrazia rappresentativa, senza sussidiarietà e senza autentica partecipazione popolare al potere – è sempre stata una colossale finzione oligarchica.

Che si voti o non si voti, comandano sempre gli oligarchi, che bancarottano il Paese. Fra i materiali che ho a mano, lo spiego meglio in questo post:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/04/10/senato-si-tav-la-prova-del-fallimento-del-bicameralismo-perfetto-manca-la-riforma-perfetta/.

download (3)Almeno questo dato, la sostanziale bancarotta d’Italia, con 2300 mld di euro di debito, dovrebbe farci riflettere. E’ grave che, a conclusione del suo articolo, Razzante non proponga nulla, a rimedio dei problemi che egli stesso segnala. Ne abbiamo sentite abbastanza – fino alla nausea – di denunce dei tanti mali che ci affliggono.

Non sentiamo mai, purtroppo, qualcuno che quantomeno prospetti, a rimedio del problema politico, l’unica soluzione ragionevolmente intraprendibile: la “società partecipativa” di intuizione zampettiana,

Pier Luigi Zampetti, teorizzatore della

Pier Luigi Zampetti, teorizzatore della “Società partecipativa”, secondo Dottrina sociale

secondo Dottrina sociale cattolica. Anche su questo punto, maggiori dettagli nel testo sopra linkato, ma anche su questa pagina del blog, e ancora più estesamente e organicamente, in questo libro di Zampetti, La società partecipativa (Dino, 1982), del quale avete qui il PDF completo . Svegliamoci, per favore. E’ già tardi adesso…download (1)

Annunci

5 pensieri su “La “Bussola”: “PoIitici dittatori”. Sveglia, ragazzi, è la democrazia rappresentativa che è finta.

  1. Pingback: LA “BUSSOLA” ALZA IL VELO SULLE COOP. GIUSTO, MA OMETTE CHE IL PROBLEMA E’ A MONTE, NEL KEYNESISMO. | lafilosofiadellatav

  2. Pingback: Presadiretta, lo “sblocca Italia” e don Giussani | lafilosofiadellatav

  3. Pingback: Gli scafisti alzano il tiro | lafilosofiadellatav

  4. Pingback: Il sapore amaro del pensiero politico cattolico | lafilosofiadellatav

  5. Pingback: MPS non può essere lasciato fallire. E l’Italia?… | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...