“TEMPI” e mafia-capitale: “Meno Stato”. Impossibile. Casomai, più “società partecipativa”.

downloadAncora tiene banco – poi passerà nel dimenticatoio di Stato, come le alluvioni in serie e tutto il resto – il tema di mafia-capitale. Quindi, ancora un commento al volo su questo articolo di TEMPI http://www.tempi.it/il-tumore-della-corruzione-non-si-batte-con-il-cerotto-dell-indignazione-ma-con-meno-burocrazia-e-stato


Ancora non ci siamo. D’altronde è logico che sia così: è un percorso lungo e accidentato. Il titolo di TEMPI è il seguente:

Il tumore della corruzione non si batte con il cerotto dell’indignazione, ma con meno burocrazia e Stato”

Certo che indignarsi non serve a nulla, come nemmeno serve scendere in piazza. D’accordo anche sulla presunzione d’innocenza. Ma, fase giudiziaria a parte, su mafia-capitale alcune considerazioni di carattere prettamente politico sono immediate.

Ovvero, il nodo enorme che nel mondo cattolico proprio ci si rifiuta categoricamente non dico di capire, ma perfino di provare a andare a vedere, è che il nocciolo del problema non sta nelle persone fisiche dei corrotti e dei corruttori… ma risiede proprio nella natura stessa della democrazia rappresentativa senza sussidiarietà. La quale, come dicevano Zampetti, Hannah Arendt, Waclav Havel e il card. Angelo Scola, ha GIA’ virato in oligarchia.

imagesQuindi, se questa forma di Stato è già adesso oligarchia, è assurdo pretendere, o sperare, che tale oligarchia possa o voglia essere “meno sé stessa”, “meno Stato”!… Ciò vorrebbe dire, per essa, perdere il suo potere… e, ovviamente, essa non ne ha la benché minima intenzione.

Quindi il sistema NON è auto-riformabile. Unica evoluzione in senso positivo possibile, è allora quella, in prima istanza culturale e pacifica, dal basso, verso la “società partecipativa” secondo Dottrina sociale:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/06/07/corruzione-su-expo-mose-tav-eccetera-la-soluzione-e-solo-la-societa-partecipativa/

Altrimenti detto, non “meno Stato”, ma “uno Stato diverso, partecipativo”!… Prima tappa, il buono-scuola, per la libertà di educazione e la liberazione delle coscienze. Vorranno, tutti gli uomini di buona volontà, trovare un impegno comune, unitario, costante e fattivo, su questo primo obiettivo?…

Annunci

2 pensieri su ““TEMPI” e mafia-capitale: “Meno Stato”. Impossibile. Casomai, più “società partecipativa”.

  1. Pingback: Della neve, dei ritardi dei treni e di quelli della politica | lafilosofiadellatav

  2. Pingback: Il 25 aprile e la guerra dell’immigrazione. Ancora non ci sentiamo liberi. | lafilosofiadellatav

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...