Le pillole fantasma di Papa Francesco

downloadCommento fb a questo intervento del direttore Riccardo Cascioli sulla Nuova Bussola di oggi: http://www.lanuovabq.it/it/articoli-trump-unioni-civili-contraccezionepapa-francesco-fa-discutere-mezzo-mondo-15308.htm


 

Caro direttore, attenzione, il terreno è minato: quella di Paolo VI che avrebbe detto alle suore in pericolo di violenza carnale di prendere i contraccettivi, è una bufala: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/03/05/la-pillola-proibita-anche-per-le.html?refresh_ce. Non so dove Francesco l’abbia pescata.

E dove Lei dice

“…Anche nel caso citato delle suore africane non si può parlare di contraccezione: questa infatti riguarda un atto sessuale volontario per il quale si voglia escludere altrettanto volontariamente la procreazione (cfr. Humanae Vitae 14). Nel caso delle suore, esse in Congo erano a rischio violenza sessuale, non c’era perciò nessun atto sessuale volontario”.

In realtà non è così. Oltre a essere una bufala la questione delle suore autorizzate alla pillola, la contraccezione chimica- visto che di questo si parla, ma possiamo estendere il concetto a tutto questo genere di pratica – è comunque sempre censurata incondizionatamente dal Magistero. Comunque, nella presente circostanza, fatto è che Francesco è riuscito a screditare, al tempo stesso, Paolo VI e la Dottrina.

Certo, non è la prima volta che Francesco incorre in affermazioni infelici. Come quando ebbe a dire che don Lorenzo Milani era un “grande educatore” http://www.donlorenzomilani.it/papa-francesco-ricorda-don-lorenzo-milani/. Mentre in realtà il priore di Barbiana era piuttosto un fautore della lotta di classe e della violenza rivoluzionaria, nonché – sempre parole sue – di tendenze pedofile: https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/04/18/don-lorenzo-milani-maestro-buono/.

Anche questa, non so davvero da quale cappello il Papa l’abbia estratta. E così, quella volta Francesco ha ancor più sacrificato Firenze e la Toscana (e non solo), prede del più granitico cattocomunismo, del quale don Milani è  ancora oggi una brillante icona: https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2015/11/14/convegno-ecclesiale-nazionale-disinquinare-il-nuovo-umanesimo/.

Non so perché lo Spirito consente che tutto questo accada. Forse, in vista di una crescita culturale non clericale nel popolo, di una crescita di una capacità di giudizio autonoma dei laici, considerato che anche la CEI è messa piuttosto male, per scarsa incisività – per usare un eufemismo – nel guidare il popolo sulle questioni educative, e per inesorabile tendenza al vassallaggio ai “poteri forti” economici https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/10/15/alluvione-a-genova-cardinale-bagnasco-e-meglio-accettare-la-realta/?… 

L’interrogativo resta aperto, lasciandoci turbati ma anche, in fondo, sereni. Perché le vie della Provvidenza sono imperscrutabili. E’ per questo che concludo dicendo che, visto che il Papa è Francesco, preghiamo per il Papa. Anche se spesso sembra che se approfitti… E ricordiamoci di pregare anche per Bagnasco. E anche per don Milani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...