“MPS non può essere lasciato fallire”. E l’Italia?…

bancarotta-mps1Si segnala purtroppo per inconsistenza, come di consueto, questo commento di Gianfranco Fabi per la NBQ. In sintesi:

1. andava valorizzato il fatto che il Monte, nato nel 1472 per iniziativa di matrice cattolica, nel tempo – per insipienza delle forze cattoliche – è finito nelle mani dei massoni, che ne hanno fatto un puro strumento di potere, e alla fine l’hanno distrutto.

2. Ci sono fonti secondo le quali il Monte avrebbe acquisito la scatola vuota Antonveneta al costo non di 9 miliardi di euro,  bensì alla cifra stratosferica di 17 miliardi:

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/monte-pacchi-siena-banca-senese-sbors-17-miliardi-botin-104577.htm.

Al di là degli “spiccioli” pagati al Santander, il resto è evidentemente andato nella più grande mazzetta della Storia.

Aggiornamento al 17.1.’17: su “Libero”, maggiori dettagli su a chi sono andati i 17 mld di bonifici, e il ruolo di Draghi e Tarantola:

http://www.liberoquotidiano.it/news/economia/12273901/mps-paolo-emilio-falaschi-bankitalia-sapeva-buco-antonveneta-denuncia.html

Anche se poi è uguale… A Passera, che quando era a Banca Intesa ha dato 700 milioni di euro a Delle Valle, Montezemolo e Punzo per quell’impresa fallimentare che è NTV – Italo treno, a tutt’oggi ancora nessuno dice nulla, anzi!..

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/09/15/ntv-vessata-dallo-stato-vero-o-falso-speriamo-che-lautorithy-dei-trasporti-faccia-uninchiesta-come-si-deve/

download3. Non si dice che alla greppia del Monte c’era attaccata non solo la sinistra, ma in varia misura anche tutti gli altri, compreso Silvio Berlusconi. Quando Silvio era al governo, invece di portare tempestivamente in luce il marcio e far saltare il già fallito banco del Monte, fece infatti varare da Tremonti i MPS-bond per 1,9 miliardi. Rendendo ancor più lunga e onerosa – per il contribuente, s’intende – l’agonia dell’Istituto. I Tremonti-MPS-bond risalgono al 2009, quando nei palazzi del potere già comunque doveva essere ben nota – anche per il solo fatto che un Istituto di credito i soldi li chiedeva in prestito allo Stato, invece di essere lui a prestare i capitali ricevuti dai risparmiatori, normalmente, alla clientela! – la condizione di inaffidabilità in cui decenni di gestione distorta aveva portato la banca più antica del mondo. In ogni caso, la cosa dimostra che, se in questa gestione disastrosa di MPS il PD ha la parte maggiore, le responsabilità – che da parte sua e a suo tempo Mario Monti, con il suo MPS bond da 3,9 mld  ha cercato di far passare inosservate – sono condivise in tutto l’arco politico.tremonti-bond

4. “Mps non può essere lasciata fallire”, scrive Fabi. Caro Fabi, ma dell’Italia praticamente già in bancarotta, grazie a politiche come da te suggerite, dell’Italia con un debito pubblico reale di 2.500 miliardi di euro https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2013/09/09/governo-lettaberlusconi-la-realta-romanzata/, a te non te ne importa nulla?…

5. Conclude Fabi. “… Nelle ultime settimane Mps è stata come un vascello in un mare in tempesta. Espressione di tutti i difetti della società italiana: dall’ingerenza dei partiti alle logiche clientelari, dalle scelte economiche guidate dalle relazioni politiche all’ingerenza di gruppi di potere. Simbolo di un’Italia da rifare. Per dare invece spazio al merito, all’efficienza, alla professionalità. Non è mai troppo tardi. Speriamo”.

Vien da dire: Fabi, ma su che mondo vivi?… “…merito, efficienza, professionalità”?…Ma stai scherzando?… Nelle banche, come in tutto il resto, è semplicemente una questione di potere. Dal momento che la democrazia rappresentativa, senza sussidiarietà ed autentica partecipazione popolare al potere, come ben si vede, è pura finzione:

https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/10/22/la-bussola-politici-dittatori-sveglia-ragazzi-e-la-democrazia-rappresentativa-che-e-finta/

Invece di coltivare speranze infondate, l’unica per superare pacificamente i poteri forti sarebbe promuovere la “società partecipativa” secondo Dottrina sociale:

http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/?p=26847

ma nessuno lo fa. E’ lunga la strada per Tipperary…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...