Don Lorenzo Milani, cattivo maestro. Supplica a Papa Francesco: “Santità, non vada a Barbiana!…”

 Indice Abstract: Supplica a Papa Francesco – Santita’, non vada a Barbiana! 14.6.’17 Introduzione 1. Obbediente?… no, ribelle 2. Lettera da una professoressa 3. “Pacifista”, ma non operatore di pace 4. Cuore di tenebra  5. Le  pulsioni omosessuali/pedofile, e la questione del padre 6. Esperienze pastorali… infelici 7. Tre maestri spiegano la crisi. E la risolvono […]

Paolo Viana su “Avvenire”: il quotidiano è attendibile su infrastrutture e project-financing BREBEMI/TEEM?…

Commento, seppure in ritardo, un articolo di Paolo Viana, pubblicato sull’Avvenire di domenica 9 febbraio 2014, a pagina 18. Lo leggete integralmente qui http://www.astampa.rassegnestampa.it/GruppoTotoAc/View.aspx?ID=2014020926724120. Sono passati quasi due mesi, ma l’argomento – la politica infrastrutturale e il project-financing in Italia – è sempre di scottante attualità. Anzi, visti i contenuti che sono emersi dalla ricerca che […]

Dopo la veglia per la pace, l’attacco alla Siria si allontana. Ma….

Mi son chiesto spesso cosa avrebbero potuto fare gli Stati Uniti d’America, dopo l’11 settembre, invece di dare il via alla guerra in IRAK, a suo tempo fermamente sconsigliata da Giovanni Paolo II. Scelta che poi, se si guarda cosa è successo al popolo dell’Irak, specie quello  cristiano, effettivamente si è rivelata infelice. Era una domanda […]

La Nuova Bussola Quotidiana: “salvate il Papa dai suoi interpreti!”…

Cari amici, vi giro questo articolo dell’agenzia informativa “La Nuova Bussola Quotidiana”, firmato dal Direttore Riccardo Cascioli, anzi lo riproduco integralmente. E’ particolarmente importante, in quanto tratta della strumentalizzazione di quanto ha detto  Papa Francesco, specie da parte di figure istituzionali come il Presidente  della Camera Laura Boldrini e il Ministro per l’integrazione, anzi per la disintegrazione […]

Magdi Allam lascia la Chiesa cattolica. Come vuole. Però, non ha capito.

Ho votato il partito di Magdi Allam, “Io amo l’Italia”, alle ultime politiche – perché secondo me il suo programma era il più vicino ai princìpi non negoziabili, anche se il partito, con pochissime risorse, non aveva molte speranze. Nel mio piccolo gli ho fatto anche un po’ di propaganda.  Allora, giusto due parole sul […]